L’A.I.A. PESCARA TORNA IN CANPRO!!! PROMOSSO COLATRIANO!!!

Sabato sera abbiamo realizzato l’ennesima splendida “Festa sotto i riflettori” presso il campo Zanni, una sorta di capolavoro di semplicità, stile e genuinità che si sono miscelati tra loro facendo in modo che questo ennesimo momento potesse entrare nella storia e nella memoria della nostra Sezione. Abbiamo salutato la Stagione 2011/2012 chiusasi il 30 Giugno ed abbiamo accolto la nuova Stagione 2012/2013 apertasi il 1 Luglio…

Oggi è di nuovo tempo di “verdetti” dopo una Stagione dove, ne sono sicuro, ognuno di noi ha dato il massimo per quel che poteva dare nella contingenza e contestualizzazione di ogni momento vissuto. Sarebbe troppo semplice fare oggi valutazioni con il “senno di poi”…anche se l’esperienza dovrebbe ormai insegnarci che vivere ogni momento del presente con il “senno di poi”, significa realizzare nella maggior parte dei casi i propri successi, significa riuscire a vedere oltre la contingenza del momento al fine di superare gli ostacoli e non fermarsi di fronte ad essi!

Veniamo a noi…gli Organici del 2012/2013 frutto di quanto fatto nella Stagione 2011/2012 ci hanno portato le seguenti risultanze a livello Nazionale:

Promozioni:

Luca COLATRIANO PROMOSSO IN CANPRO

Giacomo CAMPLONE PROMOSSO IN CAND (RUOLO ARBITRI)

Alessandro D’ALONZO PROMOSSO IN CAND (RUOLO ASSISTENTI)

Thomas RUGGERI PROMOSSO IN CAND (RUOLO ASSISTENTI)

Dario DI NICOLA PROMOSSO IN CAN5

Fabio CONTE PROMOSSO ALLA CAI RUOLO OSSERVATORI

Dismissioni:

Andrea COSTANTINI DISMESSO DALLA CAND (RUOLO ARBITRI)

Mauro BIASE DISMESSO DALLA CAND (RUOLO ASSISTENTI)

Complimenti ai PROMOSSI, un grosso in bocca al lupo a chi non ce l’ha fatta, rimanete sereni perchè chiusa una porta si può aprire un portone, e passatemela…complimenti anche alla Sezione e a chi quotidianamente si spende perchè il “gioco” continui…per bene!

Buona Stagione 2012/2013!!!

L’ATTIMO

“Oggi non voglio far altro che rimanere fermo, vedere il film della mia storia, vedere nel mio silenzio dove potevo far meglio, dove invece ho fatto al meglio.

Oggi voglio star fermo a mirare ai tanti sacrifici, alle tante speranze, ai tanti ed alternati stati d’animo che hanno mutato il mio cammino e condizionato il mio essere ed il mio fare.

Oggi, e solo per oggivoglio spegnere i motori, e solo per un attimo piccolo e fermo, ma infinito, non voglio fare gesti, non voglio proferir parole, non voglio esternare movimenti, solo per un attimo piccolo e fermo, ma infinito, voglio usare solo la bocca per sorridere e gli occhi per farne uscire lacrime miste di gioia, dispiaceri soddisfazioni e rabbia, lacrime di esperienza.

Oggi, dopo tanto fare, pensare e dire, voglio stare semplicemente inerme, per un attimo, solo un attimo non disturbare, me lo voglio godere e poi ricaricarmi per riprendere nuove forze e ripartire per vivere, a pieno ed a tutta, perchè dopo esserci spenti ed aver goduto l’essenza di una stagione racchiuso in quell’attimo, i motori vanno riaccesi, si riparte perchè un nuovo cammino ci attende, con tanta esperienza in più, un’altra storia c’è da scrivere…di nuovo!”
fdc