I SEDICI ABRUZZESI A JESOLO

Lo stage a cui hanno avuto l’onore di partecipare, sedici arbitri abruzzesi di tutte ed otto le sezioni (considerati appunto dal rispettivo CRA Abruzzo come miglior arbitri e giovani promesse), si è tenuto nel fine settimana dal 14 al 16 aprile a Jesolo Lido, sotto la supervisione e l’organizzazione del Comitato Regionale Veneto. Allo stage oltre ai giovani fischietti abruzzesi, hanno partecipato circa centocinquanta arbitri del Centro e del Nord Italia militanti nei rispettivi campionati di Eccellenza; erano presenti infatti anche i direttori di gara di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e naturalmente i colleghi ospitanti del Veneto a cui va un ringraziamento speciale per la grande opportunità concessa ai giovani arbitri abruzzesi. L’organizzazione curata dal presidente del CRA Veneto Roberto Bettin, merita un elogio particolare, in quanto è riuscito a far incontrare centocinquanta ragazzi, provenienti da zone diverse d’Italia, che si sono relazionati riguardo esperienze arbitrali molto differenti (in base ad ogni campo di calcio) di regione in regione. Nei tre giorni i nostri fischietti hanno effettuato i test atletici e regolamentari riportando ottimi risultati; altra nota di elogio è stata la capacità di relazionarsi senza alcun problema con i relatori delle riunioni tecniche che si sono alternati nelle tre giornate e che sono: Vincenzo Fiorenza (Componente del Settore Tecnico Centro-Nord), Mauro Felicani (membro della Commissione Interregionale responsabile degli osservatori) ed i Componenti del Cra Veneto Oscar Girardi e Massimo Biasutto (ex arbitro CAN A-B ed ex assistente CAN A-B). L’ultima riunione tenuta nella mattinata del giorno delle partenze per il ritorno, è stata allietata dall’intervento del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Marcello Nicchi, presente per la chiusura dei lavori e che nel salutare i presenti ha ricordato il valore della nostra associazione e dei nostri ragazzi, che oltre all’eleganza che mostrano nei terreni di giuoco sono capaci di dimostrare le loro capacità e la loro eleganza distinguendosi anche al di fuori degli stadi (caratteristica che permette loro di camminare tra la gente a testa alta). Un ringraziamento va a tutti e sedici i colleghi abruzzesi, ma in particolare ai componenti del CRA Abruzzo Buda, Florio, Pellegrini ed ultimo ma non meno importante Sfarra per i momenti speciali di questi indimenticabili tre giorni trascorsi in compagnia.