FESTA DI NATALE

Presso il locali FS di Pescara nei pressi del nuovo tribunale, si è svolto il grande evento di Natale che ha visto protagonista la sezione Aia di Pescara; una grande festa messa in piedi dal Comitato Organizzatore Eventi, che con la solita professionalità che li contraddistingue ha fatto si che tutti gli associati passassero una bella serata in allegria e con la degustazione di molti piatti tipici che ogni invitato si è preoccupato personalmente di preparare.

Una festa bellissima che è riuscita a portare un gran numero di associati tutti assieme per una serata natalizia; queste sono le parole del presidente Di Censo che davanti agli occhi pieni di gioia dei suoi genitori ha esternato tutta la sua soddisfazione per la riuscita dell’evento stesso.

Anche in una serata di festa come quella di ieri il nostro presidente “operaio” distribuiva partite ai suoi fedeli come se fossero doni natalizi: mancava solo la barba bianca e un cappello rosso.

Dopo il grande buffet che ha sfamato l’intero reggimento sezionale, che prevedeva anche ben due porchette offerte gentilmente dalla sezione, la serata è andata avanti con una grande tombolata ricca di premi speciali come gagliardetti, divise arbitrali, pasta, cesti natalizi ecc.

Una gara che ha visto partecipare tutti gli invitati; ad animare la tombolata il nostro vice presidente Tarcisio Chiavaroli che impossessatosi del microfono è stato il vero mattatore della serata, coadiuvato dal nostro referente atletico Dario Di Nicola che svariava sul tutto il fronte con il sacchettino dei numeri che venivano estratti da ogni singolo concorrente.

I fortunatissimi della serata sono stati il giovane Matteo Ferrante classe 1992, che su ogni numero estratto vinceva un premio: arrivati al terzo premio consecutivo è stato fermato volontariamente dal giudice sportivo prima che vincesse tutto lui; poi c’è stato il trio delle meraviglie che ha sottratto una buona parte dei premi composto da Massimo Frati, Fabio Pantalone e Fabio De Crecchio i quali si aggiudicano calzettoni, il pallone di Reggina Juventus e ben 5 chilogrammi di pasta.

Però il premio più ghiotto se lo aggiudica il referente informatico Marco Pennarossa che in silenzio per quasi tutta la contesa si aggiudica l’intera posta in palio della tombola, un maxi cesto natalizio colmo di ogni genere alimentare.