AIA PESCARA IMPEGNATA NELLA MANCHESTER UNITED PREMIER CUP!

Milan, Inter, Roma, Napoli, Catania, Parma, Torino, Chievo Verona, Juventus, Frosinone e le due provenienti dai dilettanti Aldino e Tor Sapienza…alla fine dopo eliminatorie, quarti di finale semifinali e Finale, l’ha spuntato il coriaceo e mai domo Catania, che sempre in rimonta guidato dal furetto Tonino Di Mauro, ha vinto con merito il Torneo Manchester e che pertanto andrà a disputare le fasi mondiali a Manchester!!

Partite davvero tirate ed impegnative che hanno visto all’opera non un singolo Arbitro, ma un gruppo di Arbitri affiatati e preparati, che sono davvero stati la squadra aggiunta del Torneo Manchester United Premier Cup. In tutte le 19 partite disputatesi nella 3 giorni del Torneo, davvero pochi gli errori commessi dai giovani fischietti adriatici…davvero tante invece le decisioni giuste, alcune davvero difficili tanto sotto il punto di vista tecnico che disciplinare. Giuste, inappellabili e quasi sempre condivise dalle contendenti, le decisioni sugli episodi salienti che alla fine hanno determinato l’oggettività del merito in testa alla vincitrice del torneo.

Per il “Gruppo Manchester’s Refrees” è stata una occasione davvero unica di crescita di gruppo, di comportamento e di Tecnica.

Dopo ogni giornata, l’intero gruppo si è dato appuntamento in Sezione, per un ristretto mini raduno e come accade in tali manifestazioni nei Meeting UEFA, attuando il briefing post gara, rivisitando mediante l’uso delle immagini appena filmate, errori ed inesattezze, cose giuste e cose sbagliate, commessi da ogni Arbitro e discutendo di tecnica e comportamenti e su come poter migliorare immediatamente la gestione di tali episodi sin dal giorno successivo. Un lavoro di assoluto pregio che ha dato lo spunto per parlare di singoli episodi particolari, così come di spostamento, ripartenze, anticipo dell’azione, prevenzione atletico/tattica, incisività comportamentale per evitare inutili provvedimenti disciplinari, svolto a vantaggio dei ragazzi che ha consentito non solo che la percentuale di errori scendesse vicino allo zero, ma che le decisioni giuste (tra cui rigori ammonizioni ed espulsioni) fossero essenziali, di pregio e condivise da vinti e vincitori. L’alta concentrazione e il massimo impegno, hanno infine consentito che il Torneo Manchester diventasse un vero successo di Professionalità Comportamentale e Tecnica non solo per i 21 giovani Arbitri della nostra Sezione ma per la Sezione intera.

Il Manchester ha permesso di respirare un pò di internazionalità alla Sezione, ma su questa strada e con pazienza, dedizione, convinzione e voglia di mettersi in discussione senza dimenticare il condimento di un ingrediente fondamentale l’umiltà, i traguardi saranno davvero interessanti…AD MAJORA!

Nella Foto il Gruppo Manchester’s Refrees AIA PESCARA al completo al primo giorno di partecipazione